• TU
  • Altipiani presenta
    TU in concerto all’ANGELO MAI
    CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DELLA
    NUVOLA DEL COLLETTIVO KALZENERE

    E L‘AMICHEVOLE PARTECIPAZIONE DI
    DANIEL BACALOV E LE COCCHE CON IL CORODAPAURA

    Divertimento, gioia e musica di spessore, ecco gli ingredienti degli show dei TU, che si caratterizzano per unire una notevole padronanza della tecnica strumentale e compositiva, ad una cifra ironica già evidente e manifesta nella scelta del nome della band. Una cifra ribadita nel titolo dell’album di esordio Non avrai altro duo all’infuori di e testimoniata anche da un progetto grafico caleidoscopico. Cifra ironica comprovata dai testi delle canzoni, dalle intuizioni e dalle strutture ritmiche dei diciotto brani incisi nel loro album di debutto. Ironia prorogata finanche nel linguaggio usato per i video e riconfermata nelle trovate sceniche con cui, ai concerti, amano giocare e provocare curiosità e coinvolgimento nel pubblico.
    Questa di venerdi 13 novembre all’Angelo Mai di Roma, giorno per la cabala definito misterioso e a rischio (giorno da paura), diventa allora l’occasione per uno show inedito. Complice l’incontro con il Collettivo Kalzenere, artisti visuali che si e ci interrogano sulla fusione tra disgusto e fascino che inebria e avvilisce insieme per sottolineare che niente più esiste naturalmente.
    E ci sarà la Nuvola del Collettivo Kalzenere, mutevole sistema per entrare fisicamente nel mondo virtuale delle immagini di Internet. Il “frullatore” che ci consente di vivere dall’interno la follia del nostro momento. Una superficie da proiezione mobile che diventa riflesso dell’anima.
    Per il taglio del nastro è stato chiamato un comune amico: il compositore Daniel Bacalov. Nel corso della serata interverranno inoltre, graditi ospiti, Le Cocche con gli allievi del Corodapaura.
    “Non avrai altro duo all’infuori di” è il titolo del disco di esordio dei TU che ha fatto già parlare di una “trasposizione filosoficamente zappiana in cui la musica beat, il punk e il jazz trovano un delicatissimo punto di incontro”. L’album è stato prodotto da Altipiani ed è in vendita su tutte le piattaforme digitali e nei migliori negozi di dischi.

    ————— I TU SONO:
    SEBASTIANO FORTE alla chitarra, voce, loop, un sacco di altre cose, nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore e come predetto dall’oracolo di Delfi, si laurea in psicologia e si masterizza in musicoterapia. Con i Qbeta ha suonato al Social Forum Mondiale di Porto Alegre in Brasile, al Social Forum del Mediterraneo a Barcellona, all’Austin City Limits festival in Texas e al Concertone del Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma. Con il progetto L.E.D. ha prodotto “Life Emission Display” (Funkyjuice Rec.) distribuito in Europa, Stati Uniti e Giappone. Compone inoltre musica per il teatro e per il cinema. Con il duo “Forte Vs Leo” ha vinto e perso diversi riconoscimenti nazionali.

    FEDERICO LEO alla batteria, voce, pedali, malgrado sia un batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz si è laureato in grafica per distrarre i concorrenti. Si è poi diplomato al biennio di Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. A Umbria Jazz vince una borsa di studio per frequentare un anno il Berklee College of Music di Boston ma è una cosa che non farà mai. Membro del collettivo romano d’improvvisazione musicale Franco Ferguson, si è ritrovato a suonare oppure suona ancora con i LUZ, i Gronge, i Nidi d’Arac, l’Operaja Criminale, la Bottega Glitzer, Valentina Lupi, i Moheir, Stefano Scarfone, i Koiko, Armaud. Anche con il duo “Forte Vs Leo”.
    Link e contatti
    TU:
    TU_tube
    fb/nonavraialtroduoallinfuoridiTU
    www.nonavraialtroduoallinfuoridiTU.it
    TU@nonavraialtroduoallinfuoridiTU.it

    L’inizio è sexy, il mezzo giustifica, la fine non è certa.

    TU e Kalzenere si sono conosciuti il 18 giugno 2015 tra le pareti bianche della TAG – Tevere Art Gallery – di Roma in occasione di Kalzenere2, secondo solo-show del Collettivo Kalzenere. Incoraggiati e diretti da Daniel Bacalov, in quella circostanza in compagnia del fratello Gabriel, improvvisarono per la prima volta tutti insieme.
    Anche insieme alla Nuvola, alla sua prima apparizione romana.

    Il Collettivo Kalzenere è composto da Riccardo Bizziccari, Valerio de Berardinis, Marcello Garofalo, Alessandro Sansoni, artisti provenienti da mondi diversi come il cinema, la grafica, la pubblicità e la fotografia. Kalzenere2 ha presentato una serie di opere – installazioni, video e fotografie – il cui tema di fondo è il cambio di direzione da/del gusto contemporaneo, con l’auspicio di interrogare il visitatore su un qualcosa ancora slegato dai dogmi e dalle convenzioni moderne.
    Kalzenere2, interrogandosi sul ruolo della rappresentazione, è quasi un’orgia addomesticata di immagini che rispecchiano il buco nero contemporaneo del “web”: Facebook, social network per eccellenza, compare come ricettacolo di immagini schizo-nomadi che si propagano e si moltiplicano all’infinito, acquistando una nuova libera identità solo per il fatto di “essere” dentro il social, annullandosi rapide l’una dentro l’altra per dare spazio continuamente a altre figure, i cui comuni denominatori, almeno per l’esperienza Kalzenere, sono il sesso e la morte.
    Tale mole di immagini è stata catalogata dal collettivo sul proprio sito internet e sulla propria pagina Facebook in anni di ricerca attraverso tutto quello che ai loro occhi è sembrato conforme a una linea identificata col “gusto Kalzenere”, una traccia che offre una fusione (mai necessaria o grottesca) tra disgusto e fascino, che inebria e avvilisce insieme, per poi asserire che niente più esiste naturalmente.
    Tra le variegate azioni, il collettivo rappresenta anche altri artisti viventi e “Noun”. Al vernissage oltre alle opere e alle installazioni KZNR, erano esposte opere di Mario Castellani, Ex Voto, Ann Noun e Agostino Reggio.

    www.kalzenere.com Via Vincenzo Monti, 4 00152 – Roma info@kalzenere.com