• Ztl Remix
  • h 20.30
    performance, preview, incursioni teatrali di
    Andrea Cosentino, Alessandra Cristiani, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, Immobile Paziente, Alessandro Langiu, Non Company, Setteteste, Stefano Taiuti, Tony Clifton Circus

    h 23.00
    ZTL REMIX PARTY
    DJ SET a cura di Magnus K [funk, roots, old school]

  • Si rinnova l’appuntamento con ZTL-pro, un esperimento di produzione per la scena contemporanea che in questa quarta edizione presenta il debutto di due nuove produzioni: Il giro del mondo in 80 giorni – site specific Roma di MK (28 aprile, Palladium) e L’origine del mondo. Ritratto di un interno. prima parte: Donna melanconica al frigorifero di Lucia Calamaro/Malebolge (30 aprile, Palladium).

    Inoltre, per festeggiare i risultati raggiunti in questi tre anni di attività – dal 2008 al 2010 – con la realizzazione di 14 spettacoli e il sostegno ad altre 3 produzioni di altrettanti gruppi artistici di Roma e provincia, ZTL realizza una serata del tutto particolare il 29 aprile all’Angelo Mai. Pensata come una maratona artistica con alcuni protagonisti delle prime tre edizioni, ZTL Remix invaderà gli spazi dell’Angelo Mai per una festa dedicata alla scena contemporanea di Roma con performance, estratti, incursioni. Questa la selezione:

    Telemomò live Andrea Cosentino, da Opheleia Alessandra Cristiani, da Viaggio per l’orient café Alessandro Langiu, da Rewind-omaggio a Café Müller di Pina Bausch Daria Deflorian/Antonio Tagliarini, da Perché le scimmie non amano Mozart? (e i gatti sì) Immobile Paziente, Hieros Gamos – 3° Studio per Divine Delizie Non Company, Duet Setteteste, Me da igualTaglio netto Tony Clifton Circus, Primo Movimento – 2# studio Stefano Taiuti/Zeitgeist.

    E per concludere la serata ZTL Remix Party.

    Tra le compagnie più apprezzate della scena coreografica nazionale, MK presenterà un site specific pensato appositamente per il teatro Palladium prendendo spunto dal famoso romanzo di Jules Verne. In Il giro del mondo in 80 giorni – site specific Roma il turbinio di luoghi diventa sinonimo di un’alterazione della condizione climatica che coinvolge prima di tutto il corpo (28 aprile, ore 20.30, Palladium Università Roma Tre). Una crisi individuale, un interno famigliare sono gli ingredienti del nuovo lavoro drammaturgico di Lucia Calamaro, non solo autrice ma anche regista di L’origine del mondo. Ritratto di un interno. presentato nella prima parte: Donna melanconica al frigorifero (30 aprile, ore 20.30, Palladium Università Roma Tre).

    Nato nel 2008 da un’idea della rete ZTL-Zone Teatrali Libere, il progetto ZTL-pro è finanziato dall’Assessorato alle politiche culturali della Provincia di Roma e ospitato dalla Fondazione Romaeuropa, come sostegno alla fase più nascosta, fragile eppure assolutamente fondante del lavoro spettacolare: la produzione. La direzione artistica plurale di ZTL (cinque operatori indipendenti del territorio – Angelo Mai, Rialto Santambrogio, Santasangre/Kollatino Underground, Teatro Furio Camillo e Triangolo Scaleno Teatro) cerca una sintesi di visioni differenti per sostenere i progetti più interessanti del ricco panorama della ricerca scenica a Roma.

    ZTL intende porre l’attenzione sulle risorse a sostegno della produzione indipendente, nodo irrisolto che incide pesantemente sullo sviluppo di una scena contemporanea ricca e vivace come quella italiana, e del nostro territorio in particolare. ZTL-pro è un progetto che, per sua natura e portata, è in grado di sostenere un numero limitato di realtà; per questo è da considerare un esperimento, inevitabilmente parziale, un punto di partenza e non di arrivo, che speriamo possa perfezionarsi ed essere uno spunto per altre iniziative del genere.

    ZTL-Zone Teatrali Libere, rete informale di operatori teatrali indipendenti romani, nasce nel 2004 come nottola informativa con l’intento di promuovere l’esistenza a Roma di un circuito di spazi e artisti che sostiene e produce la ricerca teatrale. Ne fanno parte Angelo Mai, Rialto Santambrogio, Santasangre/Kollatino Underground, Teatro Furio Camillo, Triangolo Scaleno Teatro. Gli spazi e le strutture di ZTL derivano da sempre la propria forza, la propria sensibilità al cambiamento e le proprie risorse dalla disponibilità a farsi attraversare dalla realtà contemporanea. Si sono sempre privilegiati l’aspetto culturale (e in particolare teatrale), la produzione indipendente, sia da un punto di vista materiale che di linguaggi, la sperimentazione estetica, perché questi aspetti rappresentano la spia più precisa e attendibile del tempo presente. Oggi, attraverso il finanziamento della Provincia di Roma, l’istituzione che ha sostenuto ZTL-pro dal 2008, la rete si riaggrega attorno a un progetto di produzione di artisti, che debuttano in stagione al Teatro Palladium. L’obiettivo è affiancare alla pratica abituale delle strutture – che forniscono spazi, fisici e virtuali, a un numero significativo di realtà – il riconoscimento del lavoro degli artisti e dei tecnici, a cui restituire piena dignità.

    Per questa edizione, ZTL-Zone Teatrali Libere si avvale della collaborazione di PAV, società indipendente che da oltre 10 anni lavora sul territorio romano e nazionale nella produzione e gestione di progetti culturali.

    Le compagnie e gli spettacoli prodotti da ZTL

    2008: Andrea Cosentino – La festa del Paparacchio, Alessandra Cristiani – La fisica dell’anima – trilogia su Francesca Stern Woodman, Habillé d’eau – Stato Secondo, Immobile Paziente – Animale Omega, Mk – Comfort, Muta Imago – Lev

    2009: Daria Deflorian e Antonio Tagliarini – From A to D and back again, La Casa d’Argilla/Lisa Natoli – Foto di gruppo in un interno, Non Company/Alessandro Pintus – Bugimirò, Tony Clifton Circus – La morte di Babbo Natale, ZDDNTR – H10-H11

    2010: Gruppo Nanou – Motel – seconda stanza, Alessandro Langiu – Viaggio per l’Orient Café, Setteteste – 5, Zeitgeist – Crudo

  • Servizi disponibili: