• Teatro 5 di Caryl Churchill + Playgirls from Caracas
  • TEATRO V DI CARYL CHURCHILL a cura di Paola Bono
    dalle 19:00

    Ingresso con tessera ARCI valida fino a settembre 2019: 5€ (qui costa meno che in tutta Roma!)

    Letture sceniche di
    BLUEMOTION (Sylvia de Fanti, Aglaia Mora, Xhulio Petushi, Giorgina Pi, Federica Santoro, Marco Spiga) e Isola Teatro
    (Tony Allotta, Francesca Romana Di Santo, Armando Iovino, Vincenzo Nappi, Fiammetta Olivieri, Pamela Sure Sabatini, Simona Vitale)

    A seguire
    PLAYGIRLS FROM CARACAS dj set
    www.mixcloud.com/playgirls_from_caracas

    Sabato 27 ottobre torniamo a parlare di teatro non normale, non rassicurante e di drammaturgia femminista, in occasione dell’uscita del 5° volume dei testi di Caryl Churchill per Editoria & Spettacolo. Lo facciamo attraverso le sue stesse parole, incarnate dalle voci e i corpi di Isola Teatro e BLUEMOTION, in compagnia di Paola Bono, curatrice dell’edizione e tra le principali conoscitrici della drammaturga inglese.

    —————————————————————-

    TEATRO V di Caryl Churchill
    a cura di Paola Bono

    I testi:
    ✦ Non non non non non abbastanza ossigeno
    ✦ Gatto Vinagro
    ✦ Ancora tre notti insonni
    ✦ Il ritorno di Dioniso
    ✦ Foresta folle
    ✦ Ding dong

    Proseguendo nella pubblicazione del ricco e sempre affascinante opus di Caryl Churchill, questo volume copre un ampio arco temporale – dal 1971 al 2012 – e include testi tra loro molto diversi, in cui pure si possono rintracciare linee di continuità nei mutamenti di una scrittura che rifiuta ogni etichetta e ogni catalogazione. Si va così da un radiodramma distopico percorso da inquietudini ecologiche e da una forte critica sociale, come Non non non non non abbastanza ossigeno, al brechtiano Gatto Vinagro, nato dalla collaborazione con la compagnia femminista Monstruos Regiment, dove si mostrano i meccanismi del pregiudizio e dell’oppressione di classe e di genere all’opera nella caccia alle “streghe” del XVII secolo; da un “dramma di interni” come Ancora tre notti insonni, sulle difficoltà di comunicazione e le violenze della vita di coppia, al visionario Il ritorno di Dioniso, scritto in collaborazione con l’antropologo David Lan, che trae ispirazione da Le Baccanti per trattare in chiave contemporanea i temi della tragedia euripidea – possessione, violenza, estasi; da Foresta folle. Un dramma dalla Romania, che ripercorre gli eventi intorno alla caduta di Ceauşescu, interrogando il senso della “verità storica”, le dinamiche profonde dell’identità nazionale, e insieme quelle degli affetti familiari, a Ding dong, esercizio di scrittura che nella ripetizione con variazioni su cui si costruiscono le sue due parti mette a nudo i pericoli di un esasperato patriottismo e anche il sottile legame che tra pubblico e privato si tesse in trame di soprusi e menzogne.

    www.editoriaespettacolo.com/prodotto/teatro-v-di-caryl-churchill/

    —————————————————————-

    ISOLA TEATRO
    Isola Teatro è un collettivo aperto e mobile, che si ridefinisce continuamente di progetto in progetto. Siamo, per così dire, un blob, che di momento in momento si allarga e si restringe. Se a tenere in piedi l’associazione culturale in quanto strumento amministrativo, sono i due fondatori storici del gruppo: Marta Gilmore e Armando Iovino, rispettivamente coordinatore artistico ed organizzativo, negli anni la nostra isola è stata attraversata da tanti artisti che hanno contribuito a delineare il suo percorso.

    L’ultima produzione di Isola Teatro è “Sette bambine ebree – un dramma per Gaza”, presentato in forma di mise en espace lo scorso 24 febbraio all’Angelo Mai di Roma, nel contesto del progetto Non normale, non rassicurante, dedicato alla drammaturga britannica Caryl Churchill e curato dalla professoressa Paola Bono. Portare in scena un cast di nove attori ci ha consentito di riunire attorno a questo progetto un gruppo ideale di interpreti, fra vecchi e nuovi compagni di strada, oltre i limiti di un’industria teatrale che impone continui tagli e dolorose scelte.

    www.isolateatro.com

    —————————————————————-

    BLUEMOTION
    BLUEMOTION_ formazione nata a Roma all’interno dell’esperienza artistica e politica dell’Angelo Mai. Performer, registi, musicisti e artisti visivi si uniscono per creare a partire dalle proprie suggestioni, confrontando i propri sguardi sul presente e sull’arte. Le opere di Bluemotion sono sempre creazioni collettive, risultato dello scambio e delle visioni dei membri del gruppo. Bluemotion crea, vive e condivide nello spazio indipendente per le arti Angelo Mai. Gli artisti di Bluemotion sono anche attivisti nel campo dei diritti umani e dei diritti dei lavoratori dello spettacolo. A marzo 2014 gli artisti di Bluemotion hanno subito accuse molto gravi che tentavano di tradurre il loro impegno politico in atti criminosi. Dopo più di un anno sono stati scagionati e si è conclusa una incresciosa indagine che ha tentato di limitare la loro libertà e di ridurre le attività dell’Angelo Mai. L’Angelo Mai riceve il premio Franco Quadri 2016. Settimo Cielo, l’ultimo lavoro di Bluemotion dal testo di Caryl Churchill, ha debuttato nel febbraio 2018 ed è prodotto dal Teatro di Roma – Teatro Nazionale.

    www.angelomai.org/

    INGRESSO RISERVATO AI SOCI TESSERATI ARCI 2018-2019

    Non sei ancora tesserato e desideri farlo?
    dopo aver letto lo STATUTO dell’Associazione; leggerlo è importante perchè tu sei parte dell’associazione
    ➟ COMPILA E RITIRA la Tessera all’ingresso, versando il contributo annuale.

    RINNOVI:
    ➟ Se invece in passato ti sei registrato presso un altro circolo Arci, per rinnovare la tua Tessera Arci all’Angelo Mai è necessario seguire la stessa procedura di Registrazione dei nuovi soci. La tessera ha validità sino al 30 settembre 2019

    La Tessera ARCI è valida in tutti i Circoli Arci d’Italia, e dà diritto a numerose convenzioni!!