• Spettacolo rimandato [Accademia degli artefatti | Il minore vuole fare il tutore]
  • uno studio
    con i partecipanti al laboratorio Praticare il contemporaneo

  • nell'ambito di Ghost Tracks - track 5

  • La programmazione è sospesa perché l’Angelo Mai è sotto sequestro per associazione a delinquere. Capiamo il perché

    Il testo ‘didascalico’ e performativo di Peter Handke alla prova della scena. Il lavoro rientra nell’ambito del progetto La terra sonora – il teatro di Peter Handke: laboratori, seminari, messe in scena, traduzioni e pubblicazioni intorno alla figura e all’opera del drammaturgo e intellettuale austriaco.
    Il progetto La terra sonora è a cura di Valentina Valentini Francesco Fiorentino, ed è stato presentato da Centro Teatro Ateneo | Sapienza Università di Roma | Università Roma Tre – Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere | Fondazione RomaEuropa | ScuolaRoma | Istituto Italiano di Studi Germanici | Forum Austriaco di Cultura di Roma | Goethe Institut

    Che, il minore vuole fare il tutore?
    Shakespeare, La tempesta

    Peter Handke ha affrontato la scrittura teatrale in diversi momenti della sua biografia culturale, da diverse prospettive e con in testa molte e diverse forme spettacolari, ma sempre ha avuto la capacità di raccontare una storia, un mondo, e insieme il teatro stesso.
    Questo testo è una lunghissima didascalia al mondo, a un mondo particolare, fermato in un attimo preciso, affacciato sulla realtà appena al di qua di un sipario che si apre, anche se sembra sempre pronto a richiudersi. Una didascalia che riguarda e descrive la scena e chi la guarda, cosa la circonda e i pensieri che la attraversano.
    Una didascalia per descrivere un momento ma anche per costruirlo, per immaginarlo, per verificarlo.
    Una didascalia che racconta la vita. E per un attimo ci sembra che senza didascalia questa vita non esisterebbe. Che, poi, forse è così.