• Residenza rimandata [Accademia degli artefatti | Ghost Tracks]
  • percorsi sotterranei di drammaturgia contemporanea:
    un laboratorio, una prima replica, un’ultima replica, uno studio

  • La programmazione è sospesa perché l’Angelo Mai è sotto sequestro per associazione a delinquere. Capiamo il perché

    Sette giorni per praticare forme e scritture di drammaturgia contemporanea e per tentare una messa in scena di Il minore vuole fare il tutore di Peter Handke.
    La lettura, l’indagine e la pratica di testi contemporanei italiani e stranieri, per scoprire e verificarne insieme tutte le loro possibilità drammaturgiche e interpretative – per comprenderne tutte le domande che pongono e le risposte che permettono.
    Qual’è la posizione dell’attore, e della persona, in scena? Quali le condizioni d’identità del personaggio? Quali e quante le direzioni di rapporto con lo spettatore?
    Il lavoro d’indagine si concentra su un testo in particolare, in cui è richiesta una presenza attoriale più performativa che interpretativa, ma possibile solo nella consapevolezza della particolare struttura e del tessuto drammaturgico costruito da Handke.
    Il 13 aprile sarà presentato un primo studio a partire dal lavoro del laboratorio, intorno al testo del drammaturgo austriaco.

     

    da lunedì 7 a domenica 13 aprile
    lunedì 15/18, martedì, mercoledì e venerdì 16/20, sabato 14/18, domenica 11/18
    track 1:
    PRATICARE IL CONTEMPORANEO
    laboratorio per attori e attrici
    a cura di Fabrizio Arcuri e Matteo Angius

    Laboratorio per attori e attrici, per indagare e verificare le posizioni sulla scena, e della scena, in relazione a testi di drammaturgia contemporanea italiana e internazionale. Parte del lavoro sarà dedicata allo studio del testo Il minore vuole fare il tutore di Peter Handke, che costituirà anche l’oggetto di un’apertura pubblica finale.

     

    giovedì 10 e venerdì 11 aprile
    h 21.00
    track 2: VILLA DOLOROSA

    prime repliche

    di Rebekka Kricheldorf
    regia Fabrizio Arcuri
    con Caterina Acampora, Chiara Giorgetti, Davide Grillo, Anna Mallamaci, Valentina Morini, Tommaso Spinelli, Mario Zaza
    assistente alla regia Francesca Zerilli
    traduzione Alessandra Griffoni

    Con la messa in scena del primo capitolo del testo di Rebekka Kricheldorf, ispirato alle Tre sorelle di Cechov, dopo uno studio ospitato a ShortTheatre 2013, parte un nuovo percorso produttivo della compagnia. Il cast è costituito da attori e attrici che Accademia degli artefatti ha incontrato in occasioni di alcuni laboratori, in particolare durante un workshop tenuto nel 2012 alla scuola teatrale de La Cometa di Roma, e un altro, nel 2013, presso il Teatroinscatola di Roma.

     

    sabato 12 aprile
    h 21.00
    track 3:
     MY ARM
    ultima replica

    regia Fabrizio Arcuri
    con Matteo Angius e Emiliano Duncan Barbieri

    Il monologo di Tim Crouch, nella messa in scena di Accademia degli artefatti, festeggia il suo ottavo anno di repliche: un linguaggio teatrale capace di raccontare le storie e, insieme, i meccanismi delle loro rappresentazioni; un gioco teatrale a cui partecipano tutto e tutti.

     

    sabato 12 aprile
    h 23.00
    track 4:
    MY ARM PARTY

     

    domenica 13 aprile
    dalle 12.00
    DOMENICA ALL’ANGELO

    h 18.00
    track 5:
    IL MINORE VUOL FARE IL TUTORE
    uno studio

    con i partecipanti al laboratorio Praticare il contemporaneo

    Il testo ‘didascalico’ e performativo di Peter Handke alla prova della scena. Il lavoro rientra nell’ambito del progetto La terra sonora – il teatro di Peter Handke: laboratori, seminari, messe in scena, traduzioni e pubblicazioni intorno alla figura e all’opera del drammaturgo e intellettuale austriaco.

    Il progetto La terra sonora è a cura di Valentina Valentini Francesco Fiorentino, ed è stato presentato da Centro Teatro Ateneo | Sapienza Università di Roma | Università Roma Tre – Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere | Fondazione RomaEuropa | ScuolaRoma | Istituto Italiano di Studi Germanici | Forum Austriaco di Cultura di Roma | Goethe Institut