• TUTTA UN’ALTRA MUSICA
  • Il futuro del mercato del diritto d’Autore in Italia dopo la Direttiva Barnier

  • Il momento è arrivato. 

    Il 10 Aprile 2016 è l’ultimo giorno a disposizione dello Stato Italiano per adeguarsi alla Direttiva Barnier, che attraverso 45 articoli stabilisce in maniera precisa il funzionamento delle società di gestione collettiva degli stati membri.

    Come si stanno muovendo lo Stato italiano e la SIAE per adeguarsi alle richieste della Comunità Europea? 

    I costi di gestione spropositati, sommati ai ritardi nei pagamenti e ad un sistema di ripartizione che ogni anno sottrae cifre enormi agli aventi diritto, rendono l’adeguamento di SIAE alla Direttiva un’operazione che non solo compromette in maniera definitiva l’assetto della società così come lo conosciamo, ma pone in serio pericolo la posizione e la sostenibilità economica di ogni iscritto.

    Una vera e propria rivoluzione che potrebbe cambiare radicalmente, e in ogni suo aspetto, il mercato culturale. 

    Che situazione si prospetta in Italia dopo il recepimento della Direttiva? 

    Quali sono gli scenari futuri del mercato del diritto d’autore? 

    Piattaforme di produzione, distribuzione e mutualismo, sharing economy e crowdfunding: è possibile ripensare un mercato orizzontale?

    Creative Commons: la soluzione per un mercato liquido? 

    Autori ed editori, gestori ed organizzatori, operatori ed utilizzatori di musica e cultura in generale: 

    IL MOMENTO E’ ARRIVATO, E SARA’ TUTTA UN’ALTRA MUSICA.

    Il testo integrale della Direttiva Barnier potete trovarlo qui.
    http://tinyurl.com/hqxewc8