• Marta sui Tubi + Tommaso Di Giulio
  • a seguire Non Dj Selecta
    Rassegna Ausgang estate 2013


  • apertura h 20.30
    concerto h 21.30

  • Il 2013 per  Marta Sui Tubi è pirotecnico. La partecipazione all’ultima edizione del Festival di Sanremo, il nuovo acclamato lavoro “Cinque, La Luna e Le Spine” e l’affollatissimo tour primaverile nei migliori live club della penisola; i tanti e prestigiosi passaggi sulle maggiori emittenti radio e tv nazionali,  come quello nella trasmissione “Che tempo che fa” fino all’ultima performance per il Concertone del Primo Maggio. Ora i Marta sui Tubi  si apprestano ad affrontare la stagione estiva con una lunga serie di concerti in giro per l’Italia.  Una nuova occasione per  vedere i Tubi nel loro habitat naturale e ascoltare il loro ricco repertorio nella coinvolgente dimensione live.

    Il Nuovo Disco - Cinque, la luna e le spine (Etichetta: Bmg Rights Management
    Giovanni Gulino, cantante della band, spiega il titolo e introduce le atmosfere del disco: “Il 5 è il numero più ricorrente nella storia più recente dei Marta sui Tubi. Infatti questo è il nostro 5° album ed è da 5 anni che la formazione si è stabilizzata a 5 elementi. 5 è anche il numero del comandamento più importante, quello senza il quale gli altri 9 avrebbero poco senso e che sintetizza l’intero decalogo: “non uccidere”. Nessuno infatti ha il diritto di vendicarsi sul prossimo che l’ha offeso e questo, al di là dei tentativi di talune religioni di rivendicare l’esclusività del rispetto di tale valore, è al contrario universale.  Nel medioevo una leggenda voleva Caino esiliato da Dio sulla luna a espiare la sua colpa torturato da una fascina di spine sulla schiena con la quale Dio l’aveva punito. E si diceva che le macchie nere della luna fossero le spine di Caino.
    Il tema del senso di colpa e del relativo desiderio di superarlo ricorre spesso nei testi del disco, sopratutto in pezzi come Grandine, Il collezionista di vizi, Vorrei, Vagabond home, Tre. L’argomento viene trattato a volte in chiave ironica o inquadrato in impietosi flussi di coscienza oppure con rabbia.
    Il disco risulta un lavoro concettuale e pragmatico rispetto alla difficoltà di trovare un’armonia interiore al fine di non farsi condizionare dalle proprie visioni negative. Le atmosfere sono abbastanza notturne e sognanti su uno sfondo ruvido e cupo. Musicalmente Cinque, la luna e le spine si apre invece a esperienze inedite per i Marta come l’elettronica e la psichedelia (Il collezionista di vizi), la musica classica (Grandine e le orchestrazioni di Dispari e Vorrei), La lingua (Vagabond home, primo e unico pezzo scritto in lingua inglese), la provocazione e il blues (Tre). Considero questo disco come il nostro lavoro più ambizioso e sperimentale, probabilmente quello meno adatto ad accompagnare la nostra avventura Sanremese. Ma non siamo mai stati troppo bravi a fare un certo tipo di calcoli…. buon ascolto.”

    Marta sui tubi:
    Giovanni Gulino – voce
    Carmelo Pipitone – chitarra e voce
    Paolo Pischedda – piano e organo hammond
    Mattia Boschi –  violoncello e basso
    Ivan Paolini – batteria
    www.martasuitubi.it

    Tommaso Di Giulio è un artista poliedrico le cui canzoni spaziano dal folk rock alla new wave, passando per il “pop da camera” fino ad arrivare a sonorità indefinibili e contaminate. Per fortuna dormo poco è un album sul viaggio e sul movimento che racconta gli spazi di confine, come quelle ore piccole che non si sa mai se chiamarle notte o mattina, in cui le impressioni di ieri si sommano alle speranze per affrontare il domani. È una galleria di personaggi surreali, malinconici, arrabbiati e soprattutto innamorati che si muovono in un’Italia dolceamara. Per fortuna dormo poco è infine un manifesto contro il cinismo, un invito a lasciarsi andare e ad affrontare il futuro armati d’ironia.
    www.leavemusic.it

    Non Dj Selecta comincia la sua attività come dj e speaker presso Radio Città Aperta di Roma, una delle radio militanti storiche della capitale, dove attualmente lavora anche come giornalista d’inchiesta, coordinatrice della redazione musicale, regista e organizzatrice eventi.  Non ama la competizione che spesso rovina lo spirito del divertimento tra i dj, da qui il suo nome d’arte Non-dj Selecta, anche omaggio alla fisolofia della festa di un Buon Non-compleanno in “Alice nel paese delle meraviglie”. Ama la musica a 360 gradi e ama le donne della musica. Affronta il suo lavoro con entusiasmo, le piace stare in mezzo alla gente, fidarsi della gioia, ama il pensiero positivo e tutto ciò che provoca un sorriso. Sempre pronta a mettersi in gioco per una nuova avventura perché come dice Erica Jong bisogna fare sempre le cose di cui hai più paura che il coraggio s’impara a gustare col tempo. Attualmente gestisce un’agenzia organizzazione party, feste, eventi. Dj set Electro(love)-rock-lounge-jazzy insieme a Sara k.  Si chiama “Mi piace la Diggei”
    http://radiocittaperta.it/tatiana

  • Servizi disponibili:
  • Prezzo dell'evento: 10 euro