• Concerto rimandato [Long Playing]
  • un progetto di Bluemotion - LP#12 STORIA DI UN IMPIEGATO
    (Fabrizio De André, 1973)

    a cura di Pino Marino


  • con Andrea Pesce, Cristiano De Fabritiis, Pino Marino, Pino Pecorelli, Angelo Maria Santisi, Andrea Ruggiero, Alessandro Grazian, Alfonso "Fofò" Bruno

    a seguire selezione musicale a cura di Bluemotion

  • La programmazione è sospesa perché l’Angelo Mai è sotto sequestro per associazione a delinquere. Capiamo il perché

     

    LONG PLAYING
    un progetto di Bluemotion
    GENNAIO 2013 —> FEBBRAIO 2846
    ANGELO MAI ALTROVE OCCUPATO – Roma

    “Sarebbe bello riascoltare per intero e dal vivo album che hanno segnato in maniera indelebile le nostre vite” abbiamo sentito dire e ci siamo detti più volte.
    A noi i condizionali però sono sempre andati stretti e l’idea di LONG PLAYING è una sfida dichiarata a questo tempo verbale.
    Decidiamo quindi di usare l’indicativo e di farlo.
    Bluemotion annuncia che all’Angelo Mai Altrove Occupato dal 26 gennaio 2013 al 31 febbraio 2846 riproporremo quegli LP che ci hanno graffiato l’anima.
    LONG PLAYING nasce da un’idea di Andrea Pesce del collettivo Bluemotion.
    LONG PLAYING è curato in ogni suo dettaglio da Bluemotion.


    LP#12 STORIA DI UN IMPIEGATO [Fabrizio De André, 1973]

    C’era una volta un impiegato,
    che da una canzone ascoltata in radio si rende conto che mentre lui stava inquadrato nei suoi orari, nei suoi spaventi e nel suo rigore lavorativo, fuori si andava consumando una rivoluzione generazionale. L’impiegato comprende di non aver colto quell’appuntamento in tempo reale e di non aver sciolto anche le sue rimostranze e il suo sopito disagio. Allora si mette all’opera per colmare quella distanza, ma, producendo atti personali di rottura, finisce per essere lui stesso esempio di potere e non di potenza, di distruzione e non di costruzione. Mossi singolarmente a colmare esigenze ormai solo personali, i suoi atti bombaroli di dubbia efficacia finiscono addirittura per esporlo al ridicolo. L’isolamento, la perdita dell’amore di una donna a cui andranno a chiedere proprio di quell’amore e poi l’ora d’aria che gli tocca di condividere con gli altri galeotti lo porteranno a comprendere che solo la condivisione, la partecipazione e l’esperienza collettiva (anche in una sola ora d’aria e libertà) sanno condurre al risultato che solo le rivoluzioni sanno raggiungere.
    Ecco questa è “Storia di un impiegato” e questa storia è di oggi, continua ad esserlo e continua ad essere questa la ragione per cui non solo credo valga la pena, ma sia indispensabile raccontarla ancora.

    Pino Marino

  • Servizi disponibili:
  • Prezzo dell'evento: 5 euro
  • Altri eventi oggi: