• Xmas Forever Nights

  • Tony Clifton Circus e Angelo Mai presentano
    XMAS FOREVER NIGHTS

    h. 21.30 LA MORTE DI BABBO NATALE
    eutanasia di un mito sovrappeso
    di Tony Clifton Circus
    h 22.45 ALEK ET LES JAPONAISES [electropical, Belgio/Giappone] LIVE
    h 23.30 ROYAL & RAMBO Magnification live set [minimal techno, Italia] DJ E VJ SET

  • Due serate a forte connotazione natalizia, per chi crede ancora a Babbo Natale, per chi non ci crede più, ma soprattutto per chi ci ha sempre creduto.
    Perché se è vero che un altro mondo è possibile, certamente sarà migliore di questo. E cosa c’è di meglio di un mondo di gioia, abbondanza e festa?
    Quindi accorrete “bambini”! Venite a prendere la vostra dose annuale di Natale!
    Vi sembra una proposta pacco? Attenti…. il pacco potrebbe essere esplosivo.

    Tony Clifton Circus

    Due serate, 16 e 17 dicembre, con Tony Clifton Circus e il loro spettacolo “La morte di Babbo Natale. Eutanasia di un mito sovrappeso”.  Ma Babbo Natale non viene solo, porta con se sulla sua slitta graditi ospiti: dal Belgio/Giappone il duo Alek e les Japonaises, dalla Francia Boogers, dall’Italia i dj Royal & Rambo e il collettivo Bluemotion per regalarvi note strane suonate da gente strana per strane serate natalizie, dove tutto avrà lo strano gusto dei canditi nel panettone – o si amano o si detestano.

    LA MORTE DI BABBO NATALE
    eutanasia di un mito sovrappeso
    di Tony Clifton Circus
    con Nicola Danesi de Luca, Iacopo Fulgi, Enzo Palazzoni, Werner Waas
    musiche originali Enzo Palazzoni
    soluzioni sceniche Rocco Berlingeri
    organizzazione Francesca Corona – PAV
    una produzione Tony Clifton Circus 09
    in coproduzione con ZTL pro, AREA06 (Roma), Armunia Festival Costa degli Etruschi (Castiglioncello), Lieux Publics (Marsiglia), Arti vive Festival (Soliera), Les Ateliers Frappaz (Villeurbanne), Le Fourneau (Brest), Le lieu noir (Sète), Animakt (Saulx les Charteux)

    è un santo.
    è un vecchio.
    è simile a Dio.
    è saggio.
    è un supereroe.
    è una pubblicità.
    è il simbolo assoluto del consumismo.
    è una delle divinità dell’Olimpo dell’Immaginario Collettivo.

    Ma, allo stesso tempo, è un sogno d’infanzia preconfezionato deprimente e volgarmente sfruttato.
    Deprimente come il mondo di oggi, non a causa della guerra, del terrorismo, della povertà o dell’arroganza del potere, ma per la scomparsa della magia, del sogno, dell’infanzia, della favola e della voglia di crescere.
    Per ogni bambino scoprire che Babbo Natale non esiste significa capire che si sta diventando grandi e che la cosa non è poi così bella. È senza dubbio una delle prime delusioni della vita, uno dei primi miti a crollare, la fine della poesia, la morte della favola, una tappa fondamentale per l’ingresso in una società fondata sul niente.

    Ma Babbo Natale, lui come si sente?
    cosa pensa veramente del suo lavoro, della sua missione? crede a se stesso? al suo operato? ed il controverso rapporto con le renne? cosa fa Babbo Natale quando non è Natale? si deprime? esulta per il non lavoro su una spiaggia caraibica?
    Probabilmente nessuno lo riconosce fuori stagione…
    probabilmente una vita come tante altre.
    Babbo Natale esiste quindi… ma ha deciso di suicidarsi.
    Noi lo aiuteremo regalandogli una bella morte.

    Nato nel 2001, il Tony Clifton Circus vuole essere un’insegna luminosa, con lampadine colorate e ad intermittenza, utile a segnalare la presenza di qualcosa di inatteso. La formazione di questo “Circo dell’anomalia” è responsabilità di Nicola Danesi de Luca e Iacopo Fulgi.
    Trovare una poetica, una linea di ricerca costante al lavoro del T.C.C. non è facile, quello che cercano di mettere in scena è la stranezza, l’anomalia; amano far ridere ma ancor più amano far strozzare la risata in gola allo spettatore. Da queste premesse nascono i loro spettacoli, veri e propri esperimenti di comicità estrema o meglio di estremismo comico, nei quali amano mischiare la più elementare demenzialità alla sottile eleganza poetica.
    Ma alla base c’è sempre l’irrazionale godimento che nasce dal mettere in scena tutto questo… da lì nasce tutto, dal piacere di giocare come bambini e come bambini non chiedersi perché né tanto meno cosa significa… fare quello che pare e piace per loro è la cosa più importante e vederglielo fare, state certi, non è per nulla rassicurante.
    I loro spettacoli, oltre che in molti dei più importanti teatri e festival italiani, sono presenti da anni nei programmi di festival internazionali in Francia, Spagna, Germania, Inghilterra, Israele, Repubblica Ceca, Belgio, Svizzera, Croazia.
    Con Amore e anche un po’ di Odio
    TONY CLIFTON CIRCUS

    ALEK ET LES JAPONAISES [electropical, Belgio/Giappone]
    Dal 2008 questo duo belga-giapponese sta scuotendo il Belgio. In un surreale gioco di rimandi, Alek et Les Japonaises trascinano in un ironico viaggio in francese, spagnolo, giapponese e tedesco.  Il suono pop è un mix di electro beats e chitarra brasiliana condito con specie provenienti direttamente da Bollywood. I costumi che indossano fanno pensare ai grandi pattinatori sul ghiaccio. Nel 2009 esce il loro primo album Cuillère, grazie al premio che hanno vinto al concorso Musique à la française del 2008, mentre nel 2010 esce il secondo cd OJAMASHIMASU. Alek et Les Japonaises si esibiscono prevalentemente in Svizzera, Francia, Belgio e Giappone.

    ROYAL & RAMBO [minimal techno, Italia]
    Royal & Rambo questo siamo! Lavoriamo da anni nell’ambito delle arti visive e delle performance live, questa è la nostra sfida: un dj (Royal) ed un vj (Rambo) che ribaltano il concetto di disco con una sessione sempre diversa; ci nutriamo di giornali, flash televisivi e facce da politici prestati all’imprenditoria! Noi non ci mettiamo la faccia ma …il corpo, celebriamo il brand, facciamo cool e siamo hypnotic. Noi siamo profondi! Mai il dj farà il dj e mai il vj farà solo il vj qui si celebra la lotta continua fra Royal che terrà la gente in movimento e Rambo che farà di tutto per tenerla ferma a fissare la proiezione in una pista talmente affollata da ricordare il ring del wresling!

  • Servizi disponibili: