• Immaginisti
  • Dalle ceneri di Cagna Schiumante, Roberto Bertacchini, Xabier Iriondo e Stefano Pilia risorgono nuovamente come IMMAGINISTI dando cosi vita al secondo capitolo di un’opera trilogica. Anche in questa occasione la musica del trio parte dal materiale grezzo dell’improvvisazione per approdare sempre più verso una forma-canzone colorata, meticcia, singolare e peculiare, densa di reminiscenze punk, blues, pop e noise. Questo secondo capitolo vira verso forme più compiute rispetto al precedente Cagna Schiumante svelando occasionalmente anche un animo più intimo ed introspettivo e ampliando così lo spettro emotivo della musica del trio. La poetica di Bertacchini diventa qui ancora più autobiografica: è diretto nel raccontarsi e nel raccontare, teso a dialogare con i propri fantasmi e con le diverse personalità nascoste ed ombre interiori del suo io. In bilico tra comicità beffarda e zoppicante, paura, imbroglio, stupore e una dolce dislessia lirica sempre portatrice di tensione immaginifica e redentrice. Talvolta poetico, romantico e sentimentale, in altre occasioni tetro e sdoppiato di fronte allo specchio, portatore di un umorismo zoppo e provocatorio e in parte anche saggio e determinato. Con il suo umano incespicare Bertacchini stralcia il velo della consuetudine lasciando spazio alla luce dell’immaginazione. Attorno a lui, Iriondo e Pilia sono sempre più affiatati e complementari nell’accompagnare e coronare il loro Don Chisciotte rispettivamente con chitarra e chitarra baritono, e sempre in tandem nella registrazione, nella produzione e nel concept di tutta l’opera.

    Stefano Pilia e’ chitarrista e compositore elettroacustico attivo dai primi anni 2000 nella scena avantrock e sperimentale internazionale come solista e membro fondatore del gruppo 3/4hadbeeneliminated. Attualmente suona con i Massimo Volume, con gli Afterhours, con in Zaire, con l’artista maliana Rokia Traore’, con il leggendario Mike Watt e Andrea Belfi nel Sogno del Marinaio, in trio con David Grubbs e con Immaginisti, trio formato da Roberto Bertacchini e Xabier Iriondo.
    E’ attivo nella realizzazione di musiche per il cinema, reading e videoarte.

    Roberto Bertacchini è batterista e cantante sin dalla fine degli anni ottanta nella scena avantrock italiana come membro fondatore del gruppo Starfuckers, con il quale ha realizzato svariati lavori discografici e suonato dal vivo in Italia e all’estero.
    Attualmente è impegnato nei progetti The Shipwreck Bag Show, Oleo Strut e Immaginisti.

    Xabier Iriondo è il deus ex-machina di alcuni dei progetti musicali più avventurosi concepiti negli ultimi 20 anni in Italia.
    Chitarrista degli Afterhours nonché manipolatore sonoro di progetti come Tasaday, A Short Apnea, Uncode Duello, ha suonato dal vivo in Italia e all’estero con dozzine di artisti.
    Attualmente è impegnato nel ruolo di chitarrista con Afterhours, Todo Modo, Bunuel, The Shipwreck Bag Show e Immaginisti.

    https://www.youtube.com/watch?v=aG_tBSOGsh8
    https://www.youtube.com/watch?v=P17IbOTSKKI