• GnuQuartet plays Muse
  • Sono passati solo cinque mesi dall’uscita in Italia di Something Gnu, e mentre approda anche in Francia, il GnuQuartet è già pronto ad immergersi in un nuovo progetto. Un live che rivive parte del repertorio dei Muse, dove sonorità originali sposano l’elettronica più ruvida o riscoprono la pulizia quasi barocca delle composizioni di Bellamy. Nessuno meglio di questo quartetto eclettico ed elegante (la cui varietà sonora e la graffiante spinta rock è mutuata dalle collaborazioni eccellenti dagli Afterhours ai Baustelle, P.F.M., New Trolls, Niccolò Fabi, Simone Cristicchi, L’Aura, Meg) poteva affrontare un live così “tirato”, omaggiando una delle band del secolo, pluripremiata proprio per le sue performance dal vivo.

    muse_ic/GnuQuartet plays Muse è anche uno show multimediale dove le proiezioni oniriche e stupefacenti di Roberto Rebaudengo (allievo e collaboratore di Emanuele Luzzati, creatore di un segmento della cerimonia d’apertura delle Olimpiadi invernali di Torino e dello spettacolo d’apertura dell’Anno italiano in Cina a Pechino, solo per citare qualcosa) e Raffaella Benelli fluttuano nello spazio saturato dall’elettronica che Filo Q ha curato insieme al quartetto. La data zero è attesa @ LaClaque del Teatro della Tosse di Genova, già location del videoclip di Andrea Linke estratto da Something Gnu, sul singolo Undisclosed Desires, lo stesso brano che, uscito in occasione della featuring con i LaCrus al Festival di Sanremo 2011 in Febbraio, si è piazzato al primo posto nella classifica dei singoli jazz di iTunes.

    foto di Giulia Caira

  • Servizi disponibili: