• Caracallas Total Show #3
  • [dal tramonto all'alba]
    a seguire DJ SET a cura di Bluemotion

  • a cura di Francesco Forni e Armando Pirozzi
    band resident Roberto Angelini, Osvaldo Costabile, Cristiano De Fabritiis, Charles Ferries, Francesco Forni, Gabriele Lazzarotti, Andrea Pesce, Fabio Rondanini
    guests Marco Conidi, Valentina Correani, Leo Pari
    testi di Armando Pirozzi
    immagini luci e video organici a cura di Bluemotion [Giorgina Pilozzi, Davood Kheradmand, Simone Bucri]
    supervisione costumi a cura di Valentina Taliani
    grafica a cura di Lauretta Pilozzi
    direttore di palco Gian Marco di Lecce

  • Caracallas Total Show è un concerto-spettacolo dove musica, canzoni, testi e azione, immagini e scena sono legati da un unico tema. Una band resident, composta da musicisti e attori, avrà il compito di  raccontare, in musica e/o parole, il suo punto di vista sul tema proposto. A loro si affiancherà un ospite diverso di volta in volta, per qualche motivo legato/a a questo tema. La band e gli attori saranno inseriti nella scena come parte di essa, come se i musicisti fossero attori di uno spettacolo e gli attori membri della band. L’ospite potrà sviluppare il tema come vorrà, se ne ha voglia interagendo con i resident “the caracallas”.

    Il tema delle serate funziona come quello di un concept album, un’idea guida che tenga insieme le diverse tracce, ma che possa essere letto, approfondito, e restituito su piani diversi.
    I temi scelti per le quattro serate di Caracallas Total Show ci permettono di parlare in modo consapevole o  inconsapevole, allegorico, metaforico o diretto di quattro elementi universali:  l’amore, la guerra, la morte e il sacro.
    1) 1969, année erotique;
    2) combat rock;
    3) dal tramonto all’alba;
    4) America vs Europa

    La terza puntata del Caracallas Total Show ha per tema il trapasso, la morte. “Dal tramonto all’alba” il titolo, come lo schizofrenico film di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez, che per noi sta a indicare il passaggio da un mondo all’altro. Una banda di impolverati mariachi posticci ed elettrificati chiamati a suonare rock, quel rock affilato come un machete da squarciare lampi di luce nella pelle della notte: colonna sonora di un “acid western” anni ’90. Quel genere di luce che hanno saputo raccontare Tom Waits e Jim Jarmusch, i fratelli Coen e Nick Cave. E mentre un predicatore-imbonitore farnetica su cosa fare e non fare, tra rose rosse e teschi di zucchero, in un’allucinazione post sbronza da “dia de los muertos” messicana, la banda sparerà i suoi proiettili d’argento sul palco della festa: canzoni stavolta di vibrante intensità, tenute insieme dall’urgenza dell’attimo, come in un road movie sonoro schizzato a folle velocità in direzione Messico.

     

  • Servizi disponibili: