• Afrodisia – L’Afrique à Rome
  • Debademba [Burkina Faso/Costa d'Avorio, rock'n'roll mandingo]
    a seguire afro-dancehall by Dj Khalab
    [afrobeat, soweto funk, bongo flava, hiplife, coupé decalé]
    Koreman Visuals

  • The music of Debademba leaves the acoustics and the tradition to slide towards the electricity and hypnotic dancing rhythmics. Libération

    One concentrated of innocence which hits the bull’s eye in every title. Mondomix

    La musica del West Africa è già molto varia di suo. Ma l’esperienza dei Debademba, se possibile, l’ha resa ancora più ricca e contaminata. Il virtuoso chitarrista Abdoulaye Traoré e l’esplosivo cantante maliano Mohamed Diaby (in arte Debademba, la grande famiglia) sono infatti gli ambasciatori di un suono universale che mescola assieme jazz, blues, funk, salsa e rock, ma non dimentica certo le straordinarie musiche tradizionali dell’Impero Mandinga. Un mix esplosivo che arriva a deflagrazione piena soprattutto dal vivo, grazie ad un approccio maledettamente creativo, originale e ritmico.

    Per anni, Debademba è stato uno dei segreti meglio nascosti delle zone popolari di Parigi. È per mezzo di concerti incendiari, dall’Olympic Café fino al Kafe Bleu, passando per le serate folli nella zona di Sainte Marthe, questa “grande famiglia” ha iniziato a far parlare prepotentemente di sé. Al centro della banda, Abdoulaye Traoré, un figlio del Burkina Faso, il paese degli uomini incorruttibili, che dal 1990 ha iniziato a girare l’Africa occidentale arricchendo la sua esperienza con
    numerose collaborazioni; Sieka Barou e Victor Démé, Adama Dramé, e i Go de Kotéba, che lo portano anche in Europa. Dal palco alle sessioni in studio, come nel lavoro di Hindi Zahra, Abdoulaye Traoré è riconosciuto e richiesto per il suono potente e brillante, il fraseggio virtuoso e il senso di improvvisazione. Ma Abdou svetta anche in qualità di compositore e arrangiatore, come si è visto del resto nel disco di debutto, nel quale firma tutti i titoli.

    Incontra Mohamed Diaby nel 2009, il figlio della famosa cantante ivoriana Coumba Kouyaté. Questo giovane cantante è uscito alla ribalta nel 2007 grazie al talent show ” Casa Sanga” (trampolino TV sponsorizzato dalla diva Oumou Sangaré). La voce di Diaby è come l’oro, pura e potente, con un tono immediatamente riconoscibile. Nel celebrato disco di debutto viene preso per mano dall’amico e mentore Abdoulaye, le cui composizioni sono regali perfetti per la sua straripante gioia vocale.

    Parallelamente, oltre a suonare tantissimo in tutta la Francia, il duo Abdoulaye Traoré / Mohamed Diaby collabora spesso con molte altre realtà musicali. Grazie ad esse, l’imminente secondo album è stato registrato con la partecipazione di molti musicisti della band “Mercenaires de l’ambiance” e con i cantanti Fafa Rufino e Michel Pinheiro alle parti vocali. Registrato a Canal 93 dal tecnico del suono Clotilde Fauchille. “Souleyman” (dal nome del figlio di Abdoulaye) è un viaggio affascinante nei ritmi joulaba, yagba, wassoulou e daffin. Un lavoro completo, che mette in luce tutti i colori dell’Africa e dell’anima: accenti di beguine (Touma), ballate struggenti (Souleyman), energico afrobeat (Seiwa), mbalax andaluso (Dianamo) e blues africano (Moko). “Pleine lune” celebra un evento tradizionale daffin, il Pipini, in cui le donne si riuniscono e battono le mani per tutta la notte.
    Un album sorprendente e ricco, quello di un gruppo giunto a piena maturazione che ha deciso di superare i confini musicali e dare ascolto solo al proprio talento.

  • Servizi disponibili:
  • Prezzo dell'evento: 7 euro