• A Toys Orchestra
  • a seguire dj set a cura di Mini K [funk, roots, old school] e Verderosa [rock’n’roll, hot dancefloor, boogaloo, beat, funk]

  • ScuderieMArteLive e Angelo Mai presentano A Toys Orchestra in concerto con il nuovo album, Midnight (R)evolution, contenente ottime canzoni scritte, arrangiate e “testate” durante il lungo tour precedente: 108 date in tutto dell’acclamatissimo Midnight Talks.

    Oltre a porsi su un continuum artistico con l’uscita precedente, il nuovo album rappresenta anche la concretizzazione di una nuova e inedita presa di coscienza civile della band nei confronti di quanto accade e sta accadendo nel mondo e in Italia oggi. Non una visione politica; nessuna bandiera e nessun colore solo una presa di coscienza civile, civica, del cittadino/artista che posto in una posizione di privilegio desidera condividere con il proprio pubblico il desiderio di lucida consapevolezza del presente, e l’impegno concreto per un futuro migliore. Da qui l’immagine della copertina del disco (realizzata dal giovane fotografo Alessandro Tricarico, autore anche delle foto che compongono il booklet dell’album), il titolo dell’album e i testi delle canzoni.

    Il primo nucleo degli A Toys Orchestra nasce nell’estate del 1998. Nel giugno del 2001 pubblicano il loro primo album dal titolo “JOB” (Fridge). Nel 2003 partecipano e vincono il MusicalBox-notturno musicale, festival ospitato nell’ambito della famosa rassegna Frequenze Disturbate di Urbino, venendo subito notati dai più attenti e lungimiranti addetti ai lavori in campo musicale. Nell’autunno del 2003 la band lascia la Fridge per passare alla Urtovox,  iniziando a lavorare concretamente all’album successivo dal titolo Cuckoo Boohoo che viene pubblicato da Urtovox a metà ottobre del 2004 e viene acclamato all’unanimità come uno dei dischi più belli della stagione, ottenendo una assai lusinghiera rassegna stampa anche grazie al fortunato clip del brano “Peter Pan Syndrome”, scritto e diretto da Fabio Luongo, che oltre a rientrare nella programmazione di tutte le emittenti televisive viene selezionato dalla giuria del prestigioso Premio Fandango aggiudicandosi due premi come miglior videoclip originale (premio speciale Musica! di Repubblica) em igliore fotografia (premio Fandango: “Video Clipped the radio star). Il video vince, inoltre, il premio MEI clip estate 2005 assegnato nell’ambito del prestigioso Capalbio film festival.

    Il nuovo album uscito nel marzo del 2007 dal titolo “Technicolor Dreams”, realizzato in collaborazione con Dustin O’halloran (Devics) alla produzione artistica, rappresenta un’ulteriore crescita per la giovane band campana che li porta a vincere il premio PIMI assegnato a Faenza in occasione del meeting degli indipendenti.
    Tantissimi i loro live (oltre 150 nell’arco del 2007 e 2008 che sfociano in un tour europeo di ben 15 date), sempre più affollati da un pubblico adorante e appassionato destinato a crescere concerto dopo concerto grazie a un passaparola costante supportato dai principali social network musicali. Non a caso gli Afterhours vogliono che la band partecipi al progetto/compilation “Il Paese è Reale” con il brano inedito “What You said”, che porterà i Toys negli studi Rai per un concerto che li vede insieme agli Afterhours, alla collega d’etichetta Beatrice Antolini e ad altri musicisti quali Paolo Benvegnù e Roberto Angelini.

    Degno di nota l’inserimento di ben tre brani tratti da “Technicolor Dreams” nella colonna sonora del nuovo film di Jess Manafort dal titolo “The Beautiful Ordinary” uscito in tutte le sale cinematografiche americane nel 2008, di altri due brani nella fiction televisiva “I Liceali” e di un ulteriore brano nel film d’esordio di Edoardo Leo “18 anni dopo” uscito nelle sale ad aprile del 2010 e vincitore di diversi premi internazionali.
    Il terzo disco, “Midnight Talks”, esce nell’aprile del 2010 e porta i Toys a vincere il premio PIMI 2010 come miglior band dell’anno (posizionandosi nel podio dei primi 3 anche per il miglior disco e miglior tour) ed il premio Keep on 100% live 2010 per la migliore performance dal vivo, oltre che a essere riconosciuti come uno dei talenti più belli e ispirati dell’ultimo decennio da una mole davvero incredibile di importanti articoli su stampa specializzata e non. Segue un lungo tour per tutto il 2010 e il 2011, che vede numerosi sold out nei più importanti rock club italiani, e una nuova sincronizzazione per il cinema nel film ”Febbre da Fieno” di Laura Lucchetti uscito nelle sale nell’autunno del 2010.

    Nei ritagli del tour la band lavora al nuovo materiale, pubblicato nel maggio del 2011 nell’ep ”Rita Lin Songs”, che contiene chicche quali la cover di uno dei brani più intensi dei Duran Duran (“The Chauffeur”) e la versione in italiano di ”Celentano”, già presente in inglese in ”Midnight Talks” e attualmente in programmazione su Rai Radio 2. L’ep, offerto in free download per  soli sei giorni prima dell’uscita ufficiale, raggiunge quasi 10mila download e anticipia il nuovo album, “Midnight (R)evolution”, che esce a ottobre 2011.

  • Servizi disponibili: