• Metti una sera con Eric Rohmer
  • ore 20.30 Racconto d'autunno (Comte d'automne)
    ore 22.30 Racconto d'inverno (Comte d'hiver)

  • Racconti delle quattro stagioni (Contes des quatre saisons)
    lunedì 12: Racconto di primavera (Comte de printemps)
    martedì 13: Racconto d’inverno (Comte d’hiver)
    mercoledì 14: Racconto d’Estate (Comte d’été)
    giovedì 15: Racconto d’autunno (Comte d’automne)

    lunedì 12
    Racconto di primavera (Comte de printemps)
    versione originale sottotitolata in italiano
    con Hugues Quester, Anne Teyssèdre, Florence Darrel, Eloise Bennett
    commedia, 110′, Francia 1990
    Jeanne (Teyssedre), docente di filosofia al primo incarico, si fa ospitare da Natasha (Darel) che, in antipatia verso l’amichetta del padre (Bennett) sua coetanea, spinge la nuova amica tra le braccia del genitore (Quester). È il primo del ciclo “Racconti delle quattro stagioni” che segue ai “Racconti morali” e a “Commedie e proverbi”. Vi succede poco sul piano dei fatti, molto su quello dei sentimenti. Gli si addice un noto detto di Hoffmanstahl: “La profondità va nascosta. Dove? In superficie”. Settantenne felice, Rohmer continua per la sua strada: la trasparenza dello stile, l’interesse per i personaggi giovani, la leggerezza elegante del tocco, il suo cinema fondato sulla comunicazione verbale e l’analisi psicologica.

    mercoledì 14
    Racconto d’Estate (Comte d’été)

    versione originale sottotitolata in italiano
    con Melvin Poupaud, Amanda Langlet, Aurélia Nolin
    commedia, 115′, Francia 1996
    Gaspard, da poco laureato in scienze matematiche, si reca a trascorrere le vacanze a Dinard, una località turistica della Bretagna, in attesa di essere raggiunto dalla fidanzata Léna. In spiaggia Gaspard fa la conoscenza di Margot, una ragazza molto socievole con la quale instaura un’affettuosa amicizia; ma nel frattempo il giovane inizia a frequentare anche l’intraprendente Solène, che si dimostra attratta da lui.

    giovedì 15
    ore 20.30
    Racconto d’autunno (Comte d’automne)

    versione originale sottotitolata in italiano
    con Beatrice Romand, Marie Rivière, Alain Libolt
    commedia, 111′, Francia 1998
    Nella valle del Rodano, Magali (Romand), viticultrice di 45 anni e vedova con due figli grandi, si trova al centro di una duplice, affettuosa macchinazione messa in atto dall’amica libraia Isabelle (Rivière) e da Rosine (Portal), la ragazza di suo figlio, che vogliono trovarle un marito. È il più solare dei “Racconti delle quattro stagioni”, ciclo iniziato nel 1990, tutto imperniato sul sentimento dell’amore e abitato da personaggi autori del proprio destino. “I balletti sentimental-amorosi di questi adulti che alternano saggezza e istintività sono osservati da Rohmer con occhio bonario e compiaciuto” (M. Pioppo). Sempre uguale a sé stesso (cinepresa quasi invisibile, dialoghi di squisita naturalezza, rinuncia al commento musicale, punteggiatura sonora affidata ai rumori ecc.), eppure sempre diverso e sorprendente nella sua arte della modulazione, il cinema di Rohmer tocca qui una delle punte più alte della sua grazia.
    ore 22.30
    Racconto d’inverno (Comte d’hiver)

    versione originale sottotitolata in italiano
    con Charlotte Very, Fredric Van Den Driessche, Hervé Furic, Marie Rivière, Rosette, Roger Dumas
    commedia, 114′, Francia 1991
    Per uno stupido disguido Félicie (Véry) perde il suo Charles (Van Den Driessche) di cui è incinta, lui ignaro. Lo ritrova per caso – come aveva sempre sperato e sognato – cinque anni dopo su un autobus a Parigi. La storia di questa ragazza-madre e dei tre uomini che ama contemporaneamente, ma in modo diverso, sfiora le 2 ore, durata insolita per il passo agile e leggero di Rohmer. Qua e là sembra prolisso: la lunga citazione di The Winter’s Tale di Shakespeare; le chiacchierate colte del bibliotecario Loic e dei suoi amici; il microdocumentario su Nevers che conserva le reliquie di santa Bernadette Soubirous. Sono divagazioni, però, non cadute nella prolissità, sostenute dal ritmo decontratto, dall’ironia sommessa, da una sorridente saggezza.

  • Servizi disponibili:
  • Prezzo dell'evento: ingresso libero