• CON BAOBAB
  • CON BAOBAB_una giornata promossa da Angelo Mai & Progetto Diritti per sostenere e conoscere i volontari presso il centro Baobab
    [LABORATORI DI MUSICA E TEATRO PER BAMBINI, MUSICA, READING, INCONTRI, PROIEZIONI]
    GIORNATA DI RACCOLTA PER IL CENTRO BAOBAB: portate alimenti in scatola o comunque cibo non deperibile. [una lista completa sarà aggiornata sabato 17]
    L’intero incasso sarà devoluto a sostegno delle attività di accoglienza svolte presso il Centro Baobab.
    con Sylvia de Fanti, Francesca Romana Di Santo, Daniele Fiaschi, Pino Marino, Mauro Milone, Aglaia Mora, Andrea Pesce [FISH], Laura Pizziranii, Fabio Rondanini, Andrea Ruggiero, Simona Senzacqua, Valerio Vigliar
    Selezioni Musicali a cura di Max Tigre DJ
    h 16.00
    laboratori per bambini e bambine di musica teatro e pittura
    h 18.00
    incontro pubblico con i volontari e le volontarie del Centro Baobab, A Buon Diritto, Progetto Diritti, LasciateCIEntrare, Arci Roma, CIR (Consiglio Italiano per i Rifugiati)
    h 19.00
    letture, interventi teatrali & concerti
    selezioni musicali a cura di Max Tigre Dj
    durante la giornata proietteremo in loop il video :
    “Le storie dei volontari del Baobab che aiutano i migranti a Roma” di Alessia Marzi

    Nel 2004 nasce il Centro Baobab, una vecchia vetreria abbandonata, situata in via Cupa 5 tra il piazzale del Verano e la stazione Tiburtina. In questi anni il centro è stato utilizzato per attività culturali e di prima accoglienza.
    Dal 12 giugno 2015 questa struttura è diventata un contesto di azione autogestita da parte di liberi cittadini che spontaneamente hanno prestato il loro tempo per accogliere migranti o rifugiati in transito sul territorio romano.
    Si tratta, quindi, di un movimento formato da cittadini, lavoratori, disoccupati, studenti, medici, artisti e persone di ogni ceto sociale e di ogni generazione che da mesi si stanno mobilitando per i diritti dei migranti e il loro libero transito.
    Al Baobab sono transitati circa 26.000 migranti (cifra stimata valutando le presenze ai pasti e considerando 4 giorni di permanenza media), accolti da almeno 200 volontari (e qui è impossibile fare una stima, in quanto non vengono prese le presenze e sono davvero tante le persone passate anche per solo poche ore a dare una mano) e sostenuti da centinaia di donatori. Sono circa 500 pasti serviti per tre volte al giorno, vestiti usati e donati ridistribuiti ai migranti, consegna di un kit di arrivo e di uno zaino per la partenza, attività culturali e ricreative per i nostri ospiti. Questa è l’offerta standard che al Baobab si cerca di ampliare con tutte le altre attività per non scadere nell’assistenzialismo.

    https://amicidelbaobab.wordpress.com/