• Macao è di tutti, proteggiamolo!
  • Sabato 5 Maggio i cittadini e i lavoratori dell’arte, dello spettacolo e della cultura sono entrati nella torre Galfa per aprire Macao, il nuovo centro per le arti di Milano. La torre Galfa è di proprietà di fondiaria Sai li cui presidente onorario è Ligresti, uno storico grattacielo nel centro direzionale di Milano, abbandonato da più di quindici anni.
    Un’apertura che ha coinvolto in modo straordinario e trasversale migliaia di persone, che da una settimana stanno lavorando senza sosta per rendere questo spazio vivibile e visibile. Siamo in tanti ogni giorno a sperimentare un’esperienza di condivisione, di intenti e di visioni che sta delineando una prospettiva inedita nella costituzione di un centro per le arti e la cultura in questa città. Innumerevoli le richieste da parte di Accademie, Università e intellettuali di partecipare a Macao, condividendo le loro conoscenze, mettendo a disposizione i loro mezzi di produzione, trasportando intere classi e workshop all’interno di uno spazio che, sempre più, si sta delineando come una situazione finalmente immaginabile di bellezza e di ricchezza.

    Crediamo che questo processo di partecipazione, che tutti stiamo vivendo con stupore ed entusiasmo, rappresenti finalmente una nuova prospettiva di fare e ripensare la cultura, in un periodo dove troppo spesso questa è relegata a cosa di secondaria importanza, a causa di una crisi generalizzata che sempre più è dispositivo che ci impedisce di immaginare il futuro. Crediamo che a Macao si sta invece mostrando con forza, tenacia e incredibile visionarietà un altro modo di pensare i rapporti di forza e un altro modo di intendere i tempi di vita. Tutto questo è contagioso.
    Detto questo, le minacce di sgombero sono molto pesanti e imminenti, non dobbiamo lasciare questo meraviglioso processo in mano a una logica di repressione poliziesca.

    CHIEDIAMO AI TUTTI, CITTADINI, ARTISTI E INTELLETTUALI, DI SOTTOSCRIVERE E DIFFONDERE QUESTO APPELLO PER PROTEGGERE MACAO.
    Macao

    Per firmare l’appello inviare una mail a proteggiamomacao@gmail.com
  • Altri eventi oggi: