• Da Roma alla manifestazione del 25 febbraio in Val Susa
  • Un territorio non è la linea stretta di un confine né una porzione di suolo. È la comunità che lo abita e lo nutre, che tesse relazioni e memorie. Per questo la Val di Susa appartiene a tutti noi. Perché nella valle germoglia un’altra idea di democrazia: diretta, partecipata e condivisa.

    In Italia siamo di fronte a un’emergenza democratica, alla sospensione della politica a favore della finanza. L’utilizzo abusivo della carcerazione preventiva contro i manifestanti No Tav non è una semplice misura repressiva ma uno strumento per cancellare ogni conflitto sociale.
    Colpendo la Val di Susa si colpiscono tutti i movimenti.

    Per noi, difendere i beni comuni significa difendere chi li conquista e li fa vivere.
    Difendere coloro che in Val di Susa da quasi vent’anni combattono contro speculazioni e interessi privati, che quotidianamente si mettono in gioco rischiando arresti e manganellate per affermare diritti, qualità della vita e delle relazioni, tutela del territorio e sviluppo sostenibile.

    Il 25 febbraio, giornata di manifestazione nazionale indetta dai cittadini della Val di Susa, saremo presenti e complici di una lotta che non si arresta di fronte alla violenza messa in campo dalla classe dirigente da vent’anni a questa parte. Saremo presenti per gridare con forza le infiltrazioni mafiose che innervano gli ingenti investimenti per un’opera inutile come la Tav. Saremo presenti per smascherare i teoremi  di quella magistratura, capeggiata da Caselli, che si professa democratica, ma che in realtà si fa strumento clinico di repressione di un dissenso degno e determinato.

    Da Roma organizzeremo la nostra partecipazione mettendo a disposizione, di chiunque voglia partecipare, dei pullman per raggiungere Bussoleno, per vivere anche il viaggio come un momento condiviso, in cui il tempo assume significato denso e intenso, perché le lotte non sono mai un fatto individuale. Piuttosto passione collettiva. Potenza del comune.

    La conquista dei beni comuni non si arresta! Liber* tutt*!

     

    Partenza
    24 Febbraio h. 24.00
    Roma, Piazzale Aldo Moro

    Per informazioni o per prenotare
    328 0742659
    340 6601691
    340 9081940

    Costo del biglietto
    30 euro andata/ritorno

    Action – diritti in movimento, Angelo Mai Altrove, Anomalia Sapienza – Unicommon Roma, Assemblea di Medicina – Sapienza, Astra19 spa, ex Cinema Palazzo – Sala Vittorio Arrigoni, csoa Corto Circuito, Esc – Atelier autogestito, HorusProject, Lab.Puzzle!, Point Break – Studentato autogestito, Radio Sonar, csoa La Strada, csoa Sans Papier, csoa Spartaco, Spazio Sociale Onda Rossa 32, Teatro Valle Occupato

  • Altri eventi oggi: