• A/R
  • Angelo Mai Altrove Occupato
    ottobre 2012/giugno 2013

  • Verrà il momento che lo spazio del sogno del
    viaggio sarà saturo.
    Ci sarà solo lo spazio del viaggio

    Pier Paolo Pasolini, Petrolio

     

    Andare per poi ritornare.
    Venire all’Angelo Mai Altrove Occupato per poi ritrovarsi nello stesso luogo dopo pochi mesi.
    Non aspettare secondo il meccanismo delle “stagioni teatrali” canoniche che passi un anno per andare in scena in quello stesso teatro.
    Tornarci invece due volte in uno stesso anno.
    Trasformare l’abitudine dell’approdo veloce in un teatro nell’esperienza di uno spazio e della vita che contiene e al tempo stesso deborda.

    Questo è quello che chiediamo alle compagnie quest’anno.
    Le invitiamo a vivere un pezzo di strada con noi, un’esperienza sparsa durante l’anno.
    Scegliamo – più che mai – di sperimentare convivenze, di non basare il discorso sullo spettacolo ma sullo stare.
    Sulla possibilità etica dello stare nella natura nomade delle nostre vite che ci portano a spostamenti continui e veloci dentro e fuori da un luogo.
    Dentro e fuori di noi.
    La filosofa Rosi Braidotti la chiama etica nomade.
    Si tratta di un’etica trasformativa, che desidera e agisce il cambiamento in forma positiva e creativa.

    Ai gruppi che partecipano ad A/R non viene chiesto di mettere in scena uno spettacolo in particolare né di tenere un laboratorio o un altro.
    A queste compagnie viene chiesto semplicemente di immaginare l’Angelo Mai come la tappa di un viaggio di cui nessuno ha dettato il tempo.
    Questi artisti, avvezzi a spostamenti migratori, potranno in questa sosta scandire il tempo come meglio crederanno.
    Potranno mettere in comune con chi vorranno – altri artisti, studenti, cittadini d’ogni tipo –  la complessità ibrida di cui sono fatti per tentare di decifrare la capacità etica che il teatro ha quando sta nei luoghi e li nutre.
    Potranno giocare con la risonanza cosmologica di cui l’etica nomade è portatrice, al di là e profondamente dentro ai luoghi, lontano e nel cuore del teatro.
    Sceglieranno, come noi, di occupare il terzo paesaggio, per proteggerlo dalle leggi senza etica, per tutelare lo spazio del viaggio.
    Per continuare a guardare la diversità con stupore.

    * il progetto A/R inizia il 26 ottobre con la compagnia Fanny & Alexander e durerà fino all’estate 2013
    * presto l’Angelo Mai Altrove Occupato comunicherà le altre compagnie che vivranno questa esperienza

  • Altri eventi oggi: